Home » “Le avventure di Pinocchio” MENÚ » GLI EPISODI » Episodio 04

Episodio 04

TESTO e ILLUSTRAZIONI di Maurizio Stagni TRATTO DA: “Le avventure di PINOCCHIO” di CARLO COLLODI nei capitoli: 7, 8, 9, 10, 11, 12.

Pinocchio mnagia 3 pere complete di buccia e torsoli.

La fame fece superare ogni resistenza di Pinocchio a mangiare i torsoli e le bucce delle 3 pere che sarebbero state la colazione di Geppetto. Una delle rare volte nelle quali il nostro burattino mangia!


Pinocchio si avvia verso la scuola.

Armato di tutto punto con vestiti ed abbecedario finalmente si incamminò verso la scuola.


Un burattino non può evitare “IL GRAN TEATRO DEI BURATTINI”

Ed ecco uno dei tanti dispetti di Collodi a Pinocchio. Come si può mettere sulla strada di un giovane burattino ormai indirizzato verso sacrificio, impegno, rinuncia… IL GRAN TEATRO DEI BURATTINI di Mangiafoco?! 

Una tentazione più piccina forse con un poca di forza di volontà sarebbe stata vinta!


Comunque lo scrittore ebbe la meglio e Pinocchio dopo aver svenduto l’abbecedario acquistato a caro prezzo dal papà, del resto ci voleva un gesto di rinuncia, entrò nel teatro e vide sul palco Arlecchino e Pulcinella immersi nelle solite buffonate.


I burattini riconoscono Pinocchio.

Pinocchio aveva pochi istanti di vita ma venne riconosciuto come un fratello da tutte le marionette sul palco e con meraviglia degli spettatori venne salutato e accolto con grande gioia dagli attori tutti.


Mangiafoco si arrabbia.

Non altrettanto contento fu Mangiafoco, impresario del GRAN teatro, di tutto il trambusto scaturito dalla visita di Pinocchio.

Il titolare del teatro era un uomo che sembrava un orco cattivo: enorme e con una barba nera, nera e lunga.


Mangiafoco per cucinare il suo montone vuol bruciare le marionette.

Il terrore dilagò fra le marionette quando Mangiafoco diede l’ordine ai carabinieri-marionetta di bruciare Arlecchino e Pulcinella. Così avrebbe avuto un bel fuoco per finire di cucinare il suo montone arrosto. Le due marionette si disperarono fino al punto che…


Mangiafoco si commuove.

Sentendosi responsabile di ciò che era accaduto in teatro, Pinocchio si offrì di finire lui bruciato, per ultimare la cena di Mangiafoco. Questo atto generoso, altruista e pieno di empatia fece in modo che l’omone sternutì, cosa che succedeva solo se si commuoveva. Sternutì ancora una volta quando Pinocchio rivelò che papà Geppetto era il più povero fra i poveri. Fù così che in ultimo Mangiafoco generoso ed onesto regalò a Pinocchio…


Mangiafoco regala a Pinocchio 5 monete d’oro.

… 5 Monete d’oro da portare al suo papà. Monete che daranno origine ad un sacco di avventure.


Pinocchio torna a casa.

Ed ecco Pinocchio una volta di più correre verso casa questa volta molto ricco e felice. Del resto le sue buone azioni e la sua generosità assieme all’incontro di un personaggio generoso aveva dato come risultato cinque preziose monete d’oro.

Mangiafoco che sembrava cattivo come un Orco in realtá in tutta la storia fù l’unico a riconoscere qualche buona qualitá a Pinocchio e ed a fargli un prezioso regalo senza chiedere nulla in cambio.



Di seguito il pulsante per accedere al testo originale delle “AVVENTURE di PINOCCHIO” da Wikipedia


Se vuoi ricevere aggiornamenti sui nuovi eventi che organizziamo scrivi a: lemalefattedellabora@gmail.com o invia un WhatsApp al numero 3483503407. GRAZIE!