Home » “Le Avventure di Pinocchio” MENÚ » “Le avventure di Pinocchio in triestino”. » “Le avventure di Pinocchio in triestino” 13

“Le avventure di Pinocchio in triestino” 13


Capitolo 13


Pinocchio gaveva comincià a alontanarse dalla spiaggia dove iera el cagnon intanto che el pensava se fidarse xe ben no fidarse xe meio. Tutintun el se gà sentito tirar su in un scintillio agitado de squame de pesi che man man che la rede vegniva tirada su diventava sempre più fitta e ingrumada.

Dopo un poco fora dela grota dove viveva pescando e frizendo xe vigudo fora un pescador ma bruto ma bruto che pareva un mostro marin. Inveze dei cavei gaveva in testa un cespuglio de alghe verde iera la pele verdi I oci verde la barba lunghissima. El pareva un ramarro meso in pie.

Tuto quel che el gaveva pescado fato de ogni tipo de pese xe finido in una terina per eser infarinado e fritto con insuu insieme Pinocchio. Inutili tuti i tentativi del buratin de no finir infariná, fritto e magnà. El pescador no voleva perderse l’ocasion de asagiar un pese cussi raro. El pensava che no capita tuti i giorni un pese-buratin in quei mari. El ghe ga dito a Pinocchio che alla fine el sarà contento  de esser fritto con tuti i altri perchè esser frito in compagnia xe una bella consolazion.

Po el pescador lo gà ben ben girado nella farina che el pareva un buratin de gesso po lo ga ciapà per la collottola e…

Nell’ultimo momento de vita chi te riva a salvarlo? Alidoro! El fa un gran salto da terra, el ciapa quel fagotto infarinado con la boca e tegnindolo pian coi denti El cori come un lampo fora dela grota e via lontan come un refolo.

Messo in salvo ma tuto infarinado Pinocchio xe rivado a una capanna domandando del povero muleto che forsi iera guarido ma che el iera stado portado via dalla spiaggia più mirto che vivo. El “galantuomo” cusi lo chiamava el buratin l’omo che el gà incontrà, ghe ga dito che iera stado colpa de un certo Pinocchio de quel incidente. Al buratin che zercava de difender giustamente le azioni del buratin fazendi finta che no iera lui ghe se gà slongà el naso anche se no iera bugie. Finché pur de no veder che el naso se slungava el gà comincia a dirghene de cotte e de crude a quel farabutto de Pinocchio. Eco che alora anche el naso ghe se gà accorciá subito. 

Nudo e infarinà iera Pinocchio. Solo un sacheto de carta de lupini scodo ghe ga pidudo dar per vestito. Fati i bisi per testa e brazi el se gá aviado per andar verso casa dela fata turchina.